news

Ferri 1956 – Ludovica e Roberto Palomba – Mostra Design in Lombardia – Galleria d’arte Tommaso Calabro

by admin
Dic , 3
Ferri 1956 – Ludovica e Roberto Palomba – Mostra Design in Lombardia – Galleria d’arte Tommaso Calabro

La galleria d’arte Tommaso Calabro di Milano ospita, dal 6 al 21 dicembre 2019, gli architetti Ludovica e Roberto Palomba con la mostra IPERTESTO, un’esposizione che celebra i venticinque anni di attività dello studio Palomba Serafini Associati con un percorso di oggetti d’arredamento in edizione unica realizzati per l’occasione con la collaborazione di aziende leader del design italiano e internazionale (CC-tapis, Ferri1956, Fiam, Foscarini, Giorgetti, Horm, Kartell, Lorenzon Project, Poltrona Frau, Vesta, Zanat, Zanotta) e autoproduzioni dello studio.

Da ormai 25 anni Ludovica e Roberto Palomba trasferiscono il concetto di ipertesto dal mondo dell’informatica a quello del design. La modalità progettuale di Ludovica Serafini e Roberto Palomba utilizza l’ipertestualità come possibilità per l’oggetto di design di vivere nella più libera trasversalità, risultato e origine di infinite connessioni. Ogni creazione è frutto di una ricerca coerentemente ipertestuale che si sviluppa a partire da un’interazione di pensieri, ispirazioni e intuizioni interconnesse. Al di fuori di qualsiasi approccio lineare di sapore novecentesco e contro ogni stilismo estetico e formale, gli architetti restituiscono al progetto il senso della scoperta.

I circa 25 oggetti esposti in tutte le sale della galleria d’arte Tommaso Calabro sono frammenti di uno stesso viaggio attraverso i linguaggi più diversi, dalla ricerca organica a quella geometrica, dall’ordine al disordine, densi di significati personali che offrono la possibilità a ciascuno di costruire un percorso attraverso la propria sensibilità.

Questi oggetti sono moltitudini di identità formali e materiche accomunate dal loro operare su molteplici livelli in modo, per l’appunto, ipertestuale.
Alle imprevedibili possibilità di lettura proposte dalle creazioni di Ludovica Serafini e Roberto Palomba se ne aggiungono di ulteriori, offerte dalla presenza in ogni stanza di opere d’arte del secondo Novecento selezionate dalla galleria, che dialogano tra i mondi della creatività.
Con questa mostra, Tommaso Calabro continua a dimostrare la propria vocazione all’intertestualità, intesa come creazione di progetti che, contro convenzioni e regole imposte, aprano nuove possibilità percettive e connettive tra le discipline più diverse.

Parte del ricavato della vendita dei progetti di Ludovica + Roberto Palomba esposti in mostra sarà devoluto all’Associazione Pane Quotidiano.